Diventare gelataio è il sogno di tanti, e non a caso sono numerosissimi i corsi per diventare gelatiere distribuiti sull’intero territorio nazionale.

Le caratteristiche di questa professione sono estremamente specifiche e richiedono skill particolari, ed è per questa ragione che chiunque sia alla ricerca di un’occasione per cambiare la sua vita e diventare gelatiere non dovrebbe mai lasciare nulla al caso, ma affrontare l’argomento in modo completo ed esaustivo con il supporto di formatori specifici.

Diventare gelatiere è spesso l’obiettivo di business che nasce da un sogno e da una profonda passione per un mestiere che, soprattutto in Italia, ha ancora moltissime caratteristiche artigianali e che, proprio per questo, viene percepito come pregiato, di massima eccellenza. Non è un caso che il gelato italiano all’estero sia considerato una vera prelibatezza e che l’equivalente “ice cream” straniero non corrisponda in alcun modo ai coni e alle coppette che si consumano nel nostro Paese.

È dunque evidente che i corsi per diventare gelatiere siano la condizione essenziale per dare vita a una professione di alto livello, in grado di garantire introiti e soddisfazioni personali per l’imprenditore che desidera puntare tutto su questa professione.

Come diventare gelataio: l’importanza dei corsi di formazione per gelatiere

Come è noto, il gelato artigianale italiano ha specifiche caratteristiche ed è dunque il risultato di una commistione di fattori che includono complessità tecniche, lavorazioni particolari e ingredienti di altissima qualità.

La sua differenza con il gelato industriale salta immediatamente all’occhio, e su questo gap qualitativo influiscono numerosi elementi. I principali, ma non gli unici, sono:

  • La temperatura di mantenimento del prodotto
  • La temperatura di vendita del prodotto
  • Il livello di cremosità
  • La spatolabilità
  • Le caratteristiche di conservazione

Si tratta di un equilibrio molto preciso, che permette al gelatiere professionista di migliorare la stabilità del gelato, ridurne lo scioglimento ed evitarne la destrutturazione.

I corsi per diventare gelataio sono finalizzati dunque a garantire la produzione di un gelato di qualità, inteso come ottimamente fruibile per il pubblico e molto apprezzato. Tale risultato può essere ottenuto solo ed esclusivamente grazie all’alto livello di preparazione dell’artigiano, ed è dunque questa la base di tutti i corsi per diventare gelatiere.

I corsi per gelatiere si propongono di trasferire una ampia serie di conoscenze tecniche, che includono:

  • La formulazione del gelato artigianale, specialmente difficoltosa perché include una quantità relativamente ridotta di materie prime e ingredienti composti che vengono miscelati assieme, a caldo o a freddo, per poi essere mantecati
  • La cosiddetta “tecnica del bilanciamento”, che consiste nell’armonizzazione virtuosa di un numero di parametri della ricetta, quali grassi, zuccheri, solidi del latte non grassi, solidi diversi, POD, PAC e molto altro ancora
  • Il know-how imprenditoriale e commerciale, necessario non soltanto a diventare gelatiere professionista, ma ad avviare e gestire correttamente l’attività
  • Le tecniche di vendita e le normative per aprire e amministrare adeguatamente una gelatiera con vendita al pubblico

Come è facile intuire, diventare gelataio non è un gioco da ragazzi ma, al contrario, il risultato di una preparazione meticolosa e approfondita non soltanto in ambito commerciale e strategico, ma anche e soprattutto alimentare.

Come diventare gelatiere? Prima di tutto, bisogna conoscere il prodotto

Chiunque lavori nel settore alimentare è a conoscenza della precisione con cui tutte le operazioni produttive debbano essere svolte, sia per garantire la realizzazione e proposta di un prodotto qualitativamente eccellente, sia per tutelare la sicurezza e la salute del consumatore.

Ecco dunque che qualunque ottimo corso per diventare gelataio si focalizzerà specialmente sul trasferimento di conoscenze connesse alle inevitabili incognite insite nella produzione di qualunque prodotto alimentare, alle adeguate temperature di esercizio e mantenimento del gelato e dei suoi ingredienti, alle nozioni di HACCP – ossia alle analisi dei rischi e al controllo dei “punti critici” – all’igiene, alla sanificazione degli ambienti e delle attrezzature, ai rischi di contaminazione incrociata e alle norme vigenti relative al settore specifico.

I corsi per diventare gelatiere sono dunque di fondamentale importanza per chiunque voglia intraprendere questo mestiere, e dovranno essere sempre completati da costanti e accurati percorsi di aggiornamento, così che il mastro gelatiere sia sempre informato in merito alle novità di settore e alle eventuali variazioni legislative che riguardano la sua professione.