Seleziona una pagina

Quante volte vi è capitato nella vita di tutti i giorni di avere la necessità di ricorrere a piccoli lavoretti sartoriali? La sistemazione di un orlo dei pantaloni o dover ricucire un bottone ad una camicia, sono operazioni che per i più inesperti possono apparire come veri e propri ostacoli, portando quindi a rivolgersi a sartorie professionali. Altri invece si saranno trovati costretti a buttar via vestiti praticamente nuovi a causa di un piccolo buchino o di una cucitura saltata.

Questo potrebbe risultare un vero e proprio spreco, sia a livello economico che di tempo, ragion per cui imparare a cucire potrebbe essere davvero molto utile. Non è necessario diventare sarte professioniste per eseguire piccoli rammendi, a meno che la vostra aspirazione non sia quella di imparare a cucire un vestito.

Ma quindi come imparare a cucire? E, soprattutto, quali possono essere alcuni consigli utili per intraprendere un percorso all’interno del mondo del cucito?

Per prima cosa è necessario dotarsi dell’attrezzatura basilare per eseguire piccole riparazioni con ago e filo, quindi indispensabile sarà possedere un kit composto da:

  • Aghi di diverse dimensioni
  • Fili di diversi colori
  • Spilli
  • Forbici da cucito.

A questo punto quindi è essenziale prendere confidenza, ovvero inserire il filo nella cruna dell’ago ed iniziare a realizzare i primi punti su un pezzo di stoffa, facendo magari qualche tentativo per attaccare un bottone.

Ovviamente questo non farà di voi una sarta provetta, potrete provare a rammendare qualche calzino o piccolo buchetto, oppure riattaccare un bottone, ma per operazioni più complesse prender parte a corsi di cucito potrebbe rappresentare la soluzione migliore. Potrete guadagnare ulteriore dimestichezza con ago e filo, iniziando ad eseguire piccole lavorazioni sartoriali che prima affidavate ai compiti di mani esperte.

E se dopo aver appreso le basi volessi imparare a cucire un vestito?

È possibile che dopo aver appreso come imparare a cucire, le basi di questa attività ed aver preso dimestichezza con ago e filo, qualcuna possa appassionarsi a questa attività. Passare pertanto da un livello basilare ad uno più avanzato per dar sfogo magari ad una fantasia che si aveva da bambine, dando vita ad un vestito interamente realizzato artigianalmente.

Come imparare a cucire un vestito? In questo caso l’ostacolo diventa più complesso, richiedendo necessariamente la partecipazione a corsi specifici tenuti da sarte esperte. Probabilmente il percorso sarà più lungo rispetto a quello per apprendere la tecnica basilare, ma al termine sarà possibile vedere un progetto prender forma, e che consentirà di dar vita ad un vestito unico!

Come si impara a cucire a macchina?

imparare a cucire a macchinaUna volta apprese le basi del cucito manuale, approfondire le conoscenze verso l’impiego della macchina da cucire potrebbe facilitare e velocizzare alcune operazioni.

Questo step però è consigliabile solo se l’intenzione è quella di mettere realmente in pratica le abilità di sarta, sfruttandole spesso, in quanto comporta anche un investimento per l’acquisto di una macchina da cucire.

Accorciare l’orlo dei pantaloni, realizzare un vestito o tessili per la casa potrebbe risultare molto più semplice e soprattutto più veloce grazie all’impiego della macchina da cucire, per questa ragione imparare ad utilizzarla può rappresentare un vero e proprio salto di qualità per le vostre doti sartoriali.