DIVENTA FAN

infoline info@timelab.it

Studio Atlas Business

Rusties (Marco Grompi duo/trio acustico) a Aosta

  • prezzo: a partire da 300€
  • attivazione su richiesta

Disponibile in solo (voce e chitarra), duo o trio acustico (con il chitarrista Osvaldo Ardenghi, il pianista Massimo Piccinelli e/o la violinista Jada Salem) e/o in quartetto/quintetto elettrico (Rusties).

Dalla rassegna stampa:

“Riesce a restituire a chi ascolta un senso di appartenenza e identità che, da ascoltare, è un piacere diretto e chiaro. Chapeau” (Blow Up)

“Fra i migliori interpreti europei di quella musica americana che va sotto il nome di ‘roots music’ un originale impasto di folk, country, psichedelia dalle atmosfere profondamente malinconiche e nostalgiche, ma anche grintose e ribelli” (Distorsioni.it)

“Rockers italiani, ascoltate e imparate come si fa!” (Io Donna/Corriere della Sera)

“Un convincente rock di matrice americana in cui le consuete coloriture westcoastiane vengono ora scalfite con gusto da stuzzicanti intuizioni pop e da un approccio viscerale e appassionato” (Il Mucchio)

“Un gusto rocknrollistico raro alle nostre latitudini (...) una performance che è la più bella sintesi di rock californiano e dintorni ascoltata da un po’ di tempo a questa parte (...) La ruggine non dorme mai, diceva il Maestro, e i Rusties non mollano di un centimetro: se il rock resiste oggi in Italia è anche grazie a loro” (Buscadero)

“Figli più del folk americano che della canzone italiana, sono capaci di riportare l’attenzione sulla musica vera, senza artifici” (L’Unità)

“I Rusties sono autentici rockers innamorati di una musica fuori dal tempo e dalle mode (…) Il cuore e il vigore di una passione devastante dove l’istinto prevale sulla ragione” (Suono) “Nati come cover band di Neil Young e spesso in giro per l’Europa, fanno il grande passo con brani autografi” (D-La Repubblica)

“Move Along e Wild Dogs sono i dischi più affascinanti in stile americana mai prodotti da un gruppo italiano” (Ibs.it)

“Belle canzoni, prima di tutto, ballate che sanno di Rock con la R maiuscola, che raccontano storie ed esprimono emozioni senza tempo, età e passaporto (…) un progetto che ha tutta la dignità, la sincerità e la sicurezza dell’opera pienamente matura” (Rockerilla)

“Vera e propria perla di scrittura musicale e lirica, dove i testi si accompagnano a sonorità che pescano nel sottobosco del repertorio folk rock sia acustico che elettrico” (Amadeus)

“La più duttile e possente rock band della Penisola (...) le braci che attizzano il fuoco rock vengono da molti legni diversi, con pennellate latine, richiami al Boss, divagazioni stranite in odore Grateful Dead. Entusiasmanti” (Alias/Il Manifesto)

Video 1 ">Video 2 ">Video 3 ">Video 4 ">Video 5


Per informazioni scrivi a concerti@timelab.it oppure

slide
slide

House Concert, ovvero il live a domicilio. Di che si tratta? Se hai uno spazio o una casa sufficientemente accogliente puoi prendere in considerazione l’idea di passare una serata decisamente atipica, ospitando un concerto o una performance. In versione acustica, ovviamente… Avrai tutti i vantaggi di avere un contatto con il musicista che più diretto non si può. Come avere il backstage nella cucina di casa tua.

L’importante sarà creare un’atmosfera rilassante, attenta e familiare e a fine concerto gustarsi il piacere di chiacchierare con gli altri spettatori che inviterai tu e gli artisti, ciò che normalmente non avviene quando c’è un palco a creare una divisione.

La formula è semplice: se pensi di poter mettere a disposizione casa tua o di qualche tuo amico, contattaci e dopo una chiacchierata formuleremo un preventivo ad hoc e verificheremo le possibili date.


Marco Grompi (Bergamo, 1966) è attivo musicalmente fin dalla metà degli anni ’80 alla guida di numerose e significative formazioni folk e rock locali. Scrittore di musica, profondo conoscitore e divulgatore di cultura e storiografia rock, negli anni ’90 e ’00 pubblica vari libri, saggi monografici e traduzioni partecipando anche alla stesura di diversi dizionari ed enciclopedie rock e collaborando con svariate riviste specializzate (Buscadero, Jam, Late For The Sky, Tribe, Playmusic). È autore di 'Neil Young 1963-2003: 40 anni di rock imbizzarrito' (Editori Riuniti), a tutt’oggi considerata la più accurata e approfondita monografia dedicata al rocker canadese del quale Grompi è da tempo reputato il più accreditato biografo nonché “voce italiana”, avendo curato (con lo scrittore Davide Sapienza) la traduzione ufficiale dell’opera omnia con la pubblicazione di 'Neil Young: Tutti i testi con traduzione a fronte' (Giunti) e le recenti autobiografie 'Il sogno di un hippie' e 'Special Deluxe' (Feltrinelli). Dopo aver collaborato a lungo con la cantautrice Cristina Donà, dal 1998 è fondatore, leader, cantante, chitarrista e principale compositore dei Rusties, poliedrica rock band a capo della quale ha tenuto circa un migliaio di concerti (anche all’estero), collaborato con svariati artisti di fama internazionale (Mary Coughlan, Andy White, Robyn Hitchcock, Steve Wynn, Chris Eckman, Willard Grant Conspiracy, Jono Manson) e pubblicato sette apprezzati album di cui l’ultimo, 'Dalla polvere e dal fuoco' (IRD, 2015) è il primo interamente cantato in lingua italiana. Recentemente ha debuttato anche come co-autore, sceneggiatore e regista di 'Waterface', recital musical-teatrale dedicato agli anni della cosiddetta "Ditch Trilogy" di Neil Young e portato in scena con successo con il giornalista Pier Angelo Cantù, il chitarrista dei Rusties, Osvaldo Ardenghi, e la sezione ritmica dei Ritmo Tribale.